Lo sapevi che non pulendo la fossa biologica rischi di commettere un reato?

Pronto intervento spurghi Milano

Lo svuotamento delle fosse biologiche non è un lavoro da fare così, alla leggera. Ma da affidare a personale esperto, coi giusti requisiti per prestare il miglior servizio. Come in qualsiasi altro settore, anche qui l’esperienza è un fattore fondamentale. Permette di capire in anticipo quali sono i veri disagi avvertiti e le relative cause. In questo particolare ramo ci sono tanti operatori, soprattutto nelle maggiori città. E il quesito più assillante sarà proprio di chi avvalerti. Assumere una decisione non è di per sé mai una cosa facile. C’è il continuo timore di riporre fiducia negli uomini, nella ditta sbagliata.

Magari allettati da false promesse, e un prezzo irrisorio rispetto alla concorrenza, si cerca di concedere una chance. Peccato che poi il risultato finale sia alquanto deludente. Ed è la situazione più rosea, poiché qualcuno non opera nemmeno in conformità al testo legislativo. Una violazione dei principi sanciti nel quadro normativi che ti si andrà ad abbattere direttamente. Difatti, le nostre autorità puniscono, oltre al committente, anche il cliente. Sull’argomento ci soffermeremo più avanti, per ora ti basta sapere che è meglio tenere gli occhi bene aperti. Non lasciarti mai guidare dalla prima impressione; perché, talvolta, dietro ad una persona affabile può celarsi qualcuno intenzionato a rifilarti una fregatura.

Tutto il mondo è paese

Hai presente l’espressione “tutto il mondo è paese”? Questo proverbio sta a indicare il fatto che ogni popolo e ogni Nazione hanno dei difetti, connaturati nell’animo umano. È inutile quindi lamentarsi di dove abitiamo, poiché determinate cose accadono dappertutto. Ecco, se al posto dei Paesi ci mettiamo i settori di business la frase regge ugualmente su presupposti fondati.

Troverai sempre chi vorrà fare il furbo. L’importante è scegliere  con attenzione, ascoltare il proprio cuore e anche la propria testa. Dunque, c’è chi cerca di fregare il sistema, offrendo un servizio contrario alle regole? Certamente. Tuttavia, c’è chi invece si comporta in maniera seria e rispettabile. Questo non bisogna mai dimenticarlo, altrimenti si avrebbe comunque una visione distorta della realtà.

Ora, scusandoci per la digressione, è ovvio che, soprattutto nelle situazioni di estrema urgenza, occorra contattare gente in gamba. Seria, trasparente e puntuale nel servizio prestato. Se sei del posto puoi considerarti fortunato perché ci sono conclamate aziende che offrono il pronto intervento spurghi Milano. Detto in altre parole, sono disponibili 24 ore su 24, sette giorni su sette, senza interruzione alcuna. Questo perché sono ditte così consolidate da annoverare tra le proprie fila sufficienti dipendenti da coprire ogni fascia oraria. Che sia notte oppure un festivo, poco importa: la reperibilità è continua. Il funzionamento delle fosse biologiche è, naturalmente, regolamentato dalla normativa.

Normativa

La Legge più significativa è la n. 319, emanata nel lontano 1976, che definisce le caratteristiche quali caratteristiche deve possedere. Al corpo base si aggiungono poi le direttive emanate in sede regionale, provinciale e comunale.

Prima di dare avvio ai lavori, occorre recarsi presso l’ufficio della propria città per chiedere il lasciapassare. Qualora la fossa biologica in questione non sia a norma, si rischia di vedersi irrogate pesanti multe. Lo chiarisce l’art. 124 del Testo Unico Ambientale. Per avere il permesso di eseguire il lavoro serve il rispetto di determinati requisiti base. Le imprese conformi sono indicate nell’albo dei gestori ambientali, disponibile direttamente sul suo sito ufficiale. In caso contrario, è possibile ricevere una sanzione:

  • fino a 60 mila euro per complessi ed edifici;
  • da 600 a 3 mila euro per case singole prive di collegamento a rete fognaria;
  • da 240 a 1.400 euro per aree in cui vige vincolo idrogeologico

Le possibili sanzioni

La mancata pulizia e cura della fossa biologica sono comportamenti espressamente perseguiti. Secondo quanto sancisce il Codice Penale, all’art. 674, è prevista una multa; oppure, nelle violazioni di entità più grave, addirittura la reclusione. È punito chi, in un luogo di pubblico transito o privato ma di comune o altrui uso:

  • si liberano di oggetti in grado di arrecare disturbo;
  • sporcano palesemente la zona, generando perciò disagio.

Aggiungiamo che la procedura è da ritenersi corretta se vengono usati prodotti avallati dal ministero della Sanità. Gli organi competenti hanno steso un quadro dettagliato sugli articoli ammessi e non ammessi. Fattore discriminante l’impatto sull’ambiente e sulle persone. Insomma, dove non ci arriva il buon senso, ci pensa la legge.

Follow me!