Cos’è la CIL, CILA, SCIA in sanatoria?

Se hai iniziato un lavoro di ristrutturazione senza i permessi comunali è possibile regolarizzare le opere con la presentazione della CIL, CILA, SCIA in sanatoria.

Se l’opera di ristrutturazione è conforme ai regolarmenti, quindi, si può provvedere a presentare la documentazione richiesta anche in ritardo. In assenza del titolo edilizio, l’amministrazione può ordinare il ripristino ed emettere una sanzione.

Quali opere sono soggette alla CIL, CILA, SCIA in sanatoria?

Si può presentare questo documento principalmente per interventi di manutenzione straordinaria: questi possono essere la demolizione o costruzione di muri non portanti, l’unione o divisione di stanze, la ristrutturazione di impianti e bagni.

Come posso ottenere la CIL, CILA, SCIA in sanatoria e quanto tempo occorre?

Occorre seguire una serie di procedure volte a regolarizzare l’unità immobiliare nei confronti del Comune. Nello specifico, il rilascio del documento è preceduto da un sopralluogo, durante il quale vengono effettuati i rilievi dell’immobile, e della realizzazione di tavole circa
lo stato dell’immobile ed il progetto da realizzare. La documentazione prodotta deve essere poi presentata allo Sportello Unico dell’Edilizia.

Hai bisogno di una pratica CIL, CILA, SCIA in sanatoria? Richiedi un preventivo gratuito! CHIEDI ORA